Giardini - Giardini Novembre 2015 n.275.1Add to Favorites

Get Giardini along with 5,000+ other magazines

Try FREE for 7 days

bookLatest and past issues of 5,000+ magazinesphoneDigital Access. Cancel Anytime.familyShare with 4 family members.

1 Year$99.99

bookLatest and past issues of 5,000+ magazinesphoneDigital Access. Cancel Anytime.familyShare with 4 family members.
(Or)

Get Giardini

Buy this issue $1.99

bookGiardini Novembre 2015 n.275.1 issue phoneDigital Access.

Subscription plans are currently unavailable for this magazine. If you are a Magzter GOLD user, you can read all the back issues with your subscription. If you are not a Magzter GOLD user, you can purchase the back issues and read them.

Gift Giardini

  • Magazine Details
  • In this issue

Magazine Description

In this issue

I colori dell’autunno sul Lago di Losanna introducono questo numero dedicato all’attualità e all’ambiente. Ricercatori dell’Università di Pisa studiando le alghe dell’isola di Capraia hanno individuato la possibilità di prevedere quando un ecosistema si avvicina al collasso e la conseguente sua perdita della biodiversità: si tratta di analizzare i cambiamenti in relazione al tempo e la loro gradualità. Il CNR in una conferenza stampa a Expo a proposito di siccità, di degrado e di cattiva gestione del territorio, segnala che un’ampia zona del nostro Paese è a rischio desertificazione. A Expo è stata anche presentata la startup che bonifica il dissesto idrogeologico con micro-ecosistemi di piante: si utilizzano erbacee che, abbinate ai microrganismi del suolo, sviluppano apparati radicali folti e resistenti in grado di contrastare l’erosione superficiale di suolo. Il tema dell’ambiente e delle produzioni alimentari è emerso di riflesso anche nelle fiere dell’autunno: a Flora Trade è stato presentato l’esperimento di coltivazione subacquea di Noli, il Nemo’s Garden, un orto posto a 12 metri di profondità marina studiato per la coltivazione dei vegetali destinati all’alimentazione umana in zone dove le condizioni ambientali estreme non permettono una coltivazione terrestre. Ancora a Expo, tra i tanti giardini progettati nei padiglioni, abbiamo scelto quello del Bahrain concepito come una successione di dieci frutteti intersecati da pareti e spazi tali da richiamare l’archeologia del Paese. Le piante erano state scelte tra le più caratteristiche a rappresentare il grande patrimonio agrario di questa terra rigogliosa ricca di sorgenti di acqua dolce. Piante di stagione sono le viole, coltivate e qui proposte da Andrea Pironi. Graziosissime, vivaci e colorate, non temono il gelo e poste a dimora in autunno superano l’inverno più rigido, regalando a primavera il meglio sé.

  • cancel anytimeCancel Anytime [ No Commitments ]
  • digital onlyDigital Only